ADRIANA TIPALDI pag. 1 giovedì 24 maggio 2018 Login

Riduci 
     
 
Riduci 
     
 
Riduci 
     
 
RiduciLe opere di ADRIANA TIPALDI pag. 1
   

 

Spazio ambiguo 24

serie  "IT'S IMPOSSIBLE"
       aerografie acriliche su cartoncino          cm 50X70

 

 

 

 


 

Spazio ambiguo 1

serie  "IT'S IMPOSSIBLE"
    aerografie acriliche su cartoncino      cm 50X70

 

 



 

Spazio ambiguo 21

serie  "IT'S IMPOSSIBLE"
        aerografie acriliche su cartoncino        cm 50X70

 


 

 Spazio ambiguo 22

serie  "IT'S IMPOSSIBLE"
   aerografie acriliche su cartoncino       cm 50X70

 




 

Spazio ambiguo 26

serie  "IT'S IMPOSSIBLE"
        aerografie acriliche su cartoncino        cm 50X70

 


 

Luogo felice

 serie "IMPROBABILI LUOGHI"
  olio e t.m. su tela cm.50X70

 

 

 
 
RiduciLa sua Biografia
   
Adriana Tipaldi è nata a Rimini, è laureata in filosofia e vive da molti anni  nella città-giardino, Varese, dove ha trovato l'ambiente ideale per esprimere la sua creatività, nell'insegnamento,  nella pittura e nella scrittura (ha pubblicato un libro di racconti "Il sole dentro",  ed.Macchione e  un romanzo "Un pugno di niente" ed.La Riflessione).  Suona il pianoforte, ama la natura e  gli animali e ha operato in associazioni per la  loro protezione. Suo è il libro "Il barboncino" (ed.Siad), della serie "animali … amici miei"

Referenze artistiche
Ha partecipato a numerose rassegne  pittoriche.  Hanno scritto di lei:
Silvio Raffo, Gaetano Matricardi, Silvio Raffo,  Giuseppe di  Luciano,  Gian Paolo Mentasti, Fabrizia  Buzio Negri, Mario Chiodetti, Franco Maffina, Mariarosa Belgiovine, Salvatore Russo, Giuseppe Maci.

Ha partecipato a diverse mostre in numerose gallerie, fra cui: Art time - Udine, Gio Art - Lucca, La Spadarina - Piacenza, Alba - Ferrara, Modigliani - Milano , La Telaccia - Torino,  Artexpo Gallery - Lodi,   Palazzo Bandera - Busto Arsizio, -  Ad-Art ,  Italia Arte - Torino, Arte Città Amica - Torino - Artitalia - Calenda  - Art Point - Arte Rama - L'èlite - Cà Zanardi - Venezia, Bebopart - Galleria Sant'Isaia - Bologna

 

 
 
RiduciSulla sua Arte
   

FANTASIE  PARIGINE

In  uno  sfondo azzurro e verde, i colori  della  natura,  gioco  con semplici elementi geometrici che,  insieme alle  forme stilizzate dei  tetti di Parigi, rappresentano la costruzione  umana nel corso dei secoli.
Può  dunque la cultura,  il lavoro  dell'uomo,  crescere senza  offendere  e distruggere la natura,  ma  snodarsi in un fluido abbraccio creando sempre nuove armonie?

Adriana Tipaldi

          
              

Negli  aerei  dipinti  di  Adriana Tipaldi troviamo  non  tanto   la   Parigi  reale, quanto una Parigi dell' anima: la soave e cristallina  purezza  di  un  paesaggio metafisico,  l'anticamera di un  Altrove baudelairiano  dove  tutto  è  " luxe,  calme  et  volupté ".
Pittura  come   catarsi  del  quotidiano, vero e proprio "invito al viaggio",  tratti  nitidi  e  insieme  intensi  di  geometria spirituale   che  è  riflesso  di  una  luce
interiore  costantemente  viva.

Prof. Silvio Raffo    
           



IMPROBABILI LUOGHI

Improbabili luoghi, o forse impossibili..
Ma io li ho immaginati, o sognati,  e ho cercato di  raffigurarli sulla  tela: anche in  questi  dipinti,  come già  in  altre serie  precedenti,  ho voluto  esprimere  il   mio  profondo  desiderio  di  un  mondo  in cui  la natura, rappresentata  da   pochi   elementi  stilizzati,  animali,  piante,  semplici fili d'erba, convive, senza subire alcuna violenza,  con la cultura umana.
L'operato  dell'uomo è  reso da  forme geometriche,  una sorta  di trama con  scansioni volumetriche  che  simboleggiano  la razionalità,  a volte con  immagini di candide costruzioni, case, chiesette, improbabili  scale che si perdono nello spazio.
Luoghi  dove  regna l'armonia,  senza scontri,  luoghi in cui l'uomo,  mai raffigurato,  ama  e  rispetta  la  natura   in   tutte   le  sue manifestazioni.

Adriana Tipaldi



SPAZIO AMBIGUO

La  realtà che ella osserva è scomposta e ricomposta, afferrata per un attimo e poi perduta nello spazio, vissuta intensamente o sognata in un sensuale  abbandono…
In ogni dipinto Adriana Tipaldi  ci trasmette una tensione forte verso il cielo del divenire,  che si colora di attese,  di vibrazioni,  di fremiti  che giungono dalle lontane radici, simboleggiate dalla pienezza del frutto dove ogni cosa trova il suo inizio. Che è anche la sua fine.
Memoria e progetto, morte e vita, mare e cielo si confondono in un azzurro lontano..

Prof. Gaetano Matricardi

 
 
RiduciPer contattarla
   

adrianatipaldi@hotmail.com

Via Montello 98
21100    Varese

0332  283678
339  5481250

 
 
Dichiarazione per la Privacy Condizioni d'Uso Convenzioni HOME PAGE Galleria d'Arte MEGA ART CHI SIAMO - WHO WE ARE PICCOLO FORMATO SMALL SIZE VIDEO E CATALOGHI
Copyright (c) 2000-2006