FRANCO CISTERNINO domenica 19 agosto 2018 Login

Riduci 
     
 
RiduciIl Video
   
 
 
RiduciLe opere di FRANCO CISTERNINO
   

 


 

Sweet

olio su tela cm 100 x 100


 

Green eyes

olio su tela cm 100 x 100

 


Love

olio su tela cm 100 x 100


 

 

As a Mom

olio su tela cm 100 x 100

 


Kiss kiss

olio su tela cm 100 x 100


 

 


Dispetto

olio su tela cm 100 x 100


 

 

 
 
RiduciLa sua Biografia
   
Franco Cisternino nasce a Foggia il 21 Luglio 1969, assieme al fratello gemello Carmine.
La predilezione per il disegno e la pittura, che lo accompagna sin dall’età fanciullesca, lo porta a frequentare l’Istituto Statale d’Arte di Foggia ed a conseguire il titolo di Maestro d’Arte.
E’ durante gli anni scolastici che, studiando ed approfondendo varie tecniche come olio, acquarello e grafite, accresce le proprie capacità artistiche già innate in lui. Sin dagli esordi, difatti, vince numerosi concorsi ed estemporanee lavorando sodo.
Per non pesare sull’economia della famiglia, mentre studia, inizia a lavorare su commissione dedicandosi a lavori impegnativi come ritratti ad incisione ed oli di grande formato.
Sviluppa così un carattere protettivo ed un animo sensibile che, fino a non molto tempo fa, lo portano a realizzare opere che rappresentano paesaggi e ambienti compromessi dall' uomo.
Dopo essersi sposato con un’insegnante di scuola primaria, per motivi lavorativi si sposta con la famiglia dapprima a Torino e successivamente ad Aprilia (LT) potendosi dedicare solo occasionalmente alla pittura.
Nel 2002, spinto dal fratello gemello Carmine, riprende la sua vecchia passione ed inizia a mostrarsi al pubblico con mostre, concorsi ed eventi. Da allora non ha più smesso partecipando a fiere internazionali ed esponendo in diverse gallerie francesi.
Attualmente vive a Bientina (PI), immerso nelle colline toscane, assieme alla moglie ed alle due figlie di 15 e 9 anni che sono per lui grandi fonti di ispirazione artistica.

 

 
 
RiduciIl suo Curriculum
   
Principali manifestazioni e mostre dell’artista:
2003
(Maggio), manifestazione d’Arte “Certaldo in cornice”, (Firenze);
(Luglio), manifestazione d’Arte “Premio Torvaianica”  sala Cardinal Pizzardo, (Pomezia);
(Novembre), X Concorso internazionale di pittura “Il Gioco nell’Arte” in Villa Ormond a Sanremo, (VI classificato).
2004
(Febbraio), manifestazione internazionale di pittura “Metti una canzone in cornice” in concomitanza al Festival di Sanremo in Villa Ormond, (Sanremo);
(Aprile), esposizione in collettiva “Paesaggi d’Italia” Sala Foresi in Civitanova Marche, (MC);
(Giugno), “Prima Marguttiana città di Nemi”, (ROMA);
(Giugno), esposizione in collettiva “Tra Realtà e Fantasia” come “GEMELLI IN ARTE”, (Foggia);
(Luglio), “Marguttiana dei Palmensi” Marina Palmense, (Fermo);
(Agosto), esposizione “GEMELLI IN ARTE” presso Bottega d’Arte, (Sanremo);
(Novembre), 4° trofeo Acca in…Arte “Autunno a Roma” presso l’Hotel Four Point Sheraton Roma West.
2005
(Febbraio), 2° premio internazionale “La Scarpetta di Cenerentola” per illustratori di miti fiabe e racconti per l’infanzia, (Fermo);
(Giugno), esposizione “GEMELLI IN ARTE” presso la Biblioteca comunale “Sala Manzù”, (Aprilia);
(Dicembre), PIACENZA ARTE 1° Mostra Mercato di Arte Contemporanea dedicata agli artisti “Stand come “GEMELLI IN ARTE”
2006
(Gennaio), 5° trofeo Acca in…Arte “Autunno a Roma” presso l’Hotel Four Point Sheraton Roma West;
(Settembre), Esposizione dei “GEMELLI IN ARTE” presso la galleria “Bellini arte” Cascina, (Pisa).
(Novembre), trasmissione televisiva “ TRA FORMA E COLORE “ in onda sui canali SKY (SAT8/SAT9)e su TV regionale del lazio condotta da ANDREA DIPRE’ (Roma).
(Dicembre), conferimento del premio Rembrant a Lecce.
2007
(Febbraio), Trasmissione televisiva “ L’ITALIA DI DIPRE’ ” in onda sui canali SKY e su TV regionale Emilia Romagna condotta da ANDREA DIPRE’.
(Marzo),  Stand “GEMELLI IN ARTE” alla Fiera di Arte Contemporanea “Vernice Art Fair”  Forlì.
 (Ottobre), Rassegna internazionale d’Arte “ Roma 2007 “ presso Basilica S. M. del Popolo sala Agostiniana Organizzata dalla “Galleria d’Arte CRISPI”.
(Novembre), Collettiva Novembre 2007 dal 24 Novembre al 12 Dicembre presso la “Galleria d’Arte 18” in Bologna.
(Dicembre), Esposizione dal titolo “ Tra realtà ed Illusione” dei “GEMELLI IN ARTE” dal 05/12 /’07 al 04/01/’08 presso “Banca Sella” in via Bertoloni, 9 (località Parioli) Roma.
(Dicembre), Trasmissione televisiva “L’Italia di Diprè” in onda tutte le Domeniche dalle 12,00 alle 13,00 su AB cannel 920 e tutte le sere  dalle 22,00 alle 23,00 sul canale 814.
2008
(da Gennaio a Giugno), Trasmissione televisiva “L’Italia di Diprè” in onda tutte le Domeniche dalle 12,00 alle 13,00 su AB cannel 920.
(da Gennaio a Giugno),  alcune nostre opere entrano a far parte del movimento artistico “METROPOLISMO” e presentate da Andrea Diprè tutte le sere sul canale SKY 932  “Carpe Diem” dalle 23,00 alle 24,00.
(Gennaio), in collaborazione con la “Galleria MONDARTE” di Anzola dell’Emilia (Modena) con opere in permanenza e in televendita sulle TV locali..
(Marzo), Esposizione in collaborazione con Galleria d'arte Mondarte e il ristorante LA TABERNA di BACCO di via Serlio n.26/22 Bologna da giovedì 12 Marzo  per 2 mesi “GEMELLI IN ARTE”.
 (Aprile), Esposizione dal titolo “ Tra realtà ed Illusione” dei “GEMELLI IN ARTE” dal 07/04 /’08 al 28/04/’08 presso “Banca Sella” in via dei Mille 9/11 Firenze.
(Ottobre), Esposizione  ""Gemellare"" dal titolo  "Tra illusione e Realtà"  in BANCA SELLA in via Massarenti, 416 a  BOLOGNA dal 10/10/'08 al 14/11/'08
(Novembre), Siamo presenti alla Fiera di Reggio Emilia con la Galleria "MONDARTE" dal 28/11/'08 al 01/12/'08 stand D28
(Dicembre), Presenti in una collettiva alla "Contemporanea Galleria d’Arte " di Foggia in viale Michelangelo, 65 dal 07/12/2008 al 31/12/2008
2009
(Luglio /Agosto), Presenti in varie collettiva con la  "Contemporanea Galleria d’Arte " in viale Michelangelo, 65  Foggia.

2010
(Gennaio),  esposizione doppia personale dei “Gemelli in Arte” presso la “Contemporanea Galleria d’Arte” in viale Michelangelo, 65 Foggia
(Aprile),  esposizione dal 22 Aprile al 8 Maggio 2010 presso il REDSTAR CULTURE THEATRE  di HANGZHOU in CINA
(Maggio),  esposizione dal 10 al 25 Maggio presso XIHU DISTRICT ZHUANGTAN CHUANGYI ROAD HANGZHOU, e LAODONG ROAD 102 di HANGZHOU in CINA
(Maggio),  esposizione in FIERA  internazionale dal  27 al 31 Maggio  presso Westlake Art Fair di HANGZHOU in CINA
(Giugno),  esposizione dal 1 al  15 Giugno presso il REDSTAR CULTURE THEATRE  di HANGZHOU in CINA
2011
(Marzo), doppia mostra personale dei "GEMELLI IN ARTE",  inserita nell'ambito della decima edizione della rassegna 'Vico Vitri Arte',  presso la Torre degli Upezzinghi in Calcinaia (Pisa)
2012
(Ottobre), esposizione dal 17/10 presso la Galleria d'Arte “Carrè d' artistes” (-66, rue St-Andrè-des-Arts ) Parigi (Francia)
(Dicembre), esposizione collettiva dal 29 dicembre 2012 al 26 gennaio 2013” Metropolismo, la fine dell'euforia”  (PROGETTARTE3D  Piazza San Pellegrino 1) Viterbo.
(Dicembre), esposizione dal 08/12 al  16/12 "Gemelli in Arte" Piazza statuto 21 in Pietrasanta (Lucca)
 
2013
(Gennaio), prosegue per tutto l'anno l'esposizione presso la Galleria d'Arte “Carrè d' artistes” (-66, rue St-Andrè-des-Arts ) Parigi (Francia)
(Ottobre/Novembre), esposizione in Fiera d'Arte “AAF Amsterdam” con “Galleria Palma Arte” stand C1+C2 dal 31/10/2013 al 03/11/2013.
2014
(Gennaio), collettiva “LEITMOTIV” presso “Visiva” città dell'immagine in via Assisi, 117 _Roma_ dall'11 al 17 Gennaio; organizzazione “Orizzonte Contemporaneo”
(Febbraio), AAF Brussels dal 6 al 10 Febbraio 2014 con “Galleria Palma Arte” stand E5
(Aprile), AAF DE TIMMERFABRIEK MAASTRICHT dal 2 al 6 Aprile 2014 con “Galleria Palma Arte”stand 26
 
 
RiduciLa sua Critica
   
L'età dell'oro
Si dice che l’arte sia sofferenza, che da questo stato d’animo drammatico, se non tragico, l’ispirazione tragga linfa e sostanza. Il dolore traspare nei vari linguaggi artistici, talora con la funzione di cura, alle volte per ostentazione, o piuttosto perché non si conosce altro dalla vita. Ogni artista, in qualche misura, è un Marsia scuoiato: la sensibilità superiore gli permette di percepire più degli altri, e di sublimare, per mezzo della propria creatività, le esperienze interiori o osservate.
Può capitare però che, da esperienze difficili, da insegnamenti duri, dai conflitti da risolvere quotidianamente, si riesca a trovare e perseguire un lieto fine, e a narrarlo e mediarlo col proprio codice creativo.
Nella produzione artistica di Franco Cisternino si fa largo una personale poetica del fanciullino, un’innocenza tutta chapliniana, di sguardi sfavillanti, ignei e speranzosi.
Cisternino incede lungo la carreggiata di un’infanzia e un’adolescenza mai pienamente vissute, ma che, in qualche modo, lo accumuna a gran parte degli adulti, che sovente dimenticano quell’età dell’oro, quella percezione del reale totalmente diversa, incantata e atempore.
La produzione di Cisternino è interamente dedicata all’universo della fanciullezza, non stupisce allora, che la stesura dei paesaggi cui si dedica, echeggino di un timbro fiabesco, ma al contempo rivelatori di realtà altre, di riflessioni maggiormente critiche.
Nei dipinti di Cisternino, la figura fanciullesca, iperrealista e diafana, domina senz’altro su tutto, e si staglia su un fondo per lo più disadorno, minimalista, schiacciante, che fa tendere la composizione ad una bidimensionalità tattile, ad un rapporto grandemente confidenziale e ricercatamente giocondo con lo spettatore. Bidimensionalità ribadita, anche dalla predominanza dell’ortogonalità delle linee su cui sono costruite le figure, le quali tendono ad aderire sulla superficie pittorica, in accordo con tutta la poetica contemporanea.
Il bianco e nero utilizzato per i personaggi così realisticamente miniati, li trasloca però su un piano differente della realtà (quello dell’adulto?), come a indicare che vi sia un elemento ancora in via di definizione, come quello che comporta il processo di crescita.
Quella di Cisternino è una tavolozza unificante dalle tonalità pastello, con un’incidenza della luce quasi zenitale, bagnata da sfumature cromatiche e ombreggiature soavi, morbide e leggiadre.
Il mondo rassicurante e spensierato dell’infanzia, reso visibile da una tecnica magistrale, è pervaso altresì da una componente speculativa, intertestuale ed extrapittorica. Cisternino riproduce di frequente dei margini, una sorta di cornice astratta e teorica ricavata dalla tela lasciata nuda lungo il suo perimetro, che diviene sia parte integrante del mondo ideale raccontato dalle immagini raffigurate, poiché ne invade lo spazio, e sia del mondo concreto, giacché il margine-cornice è la tela stessa.
In taluni casi è presente una riproduzione fittizia della tela strappata che vuol mostrare qualche cosa d’altro, raccontando due visioni, due realtà contemporaneamente, finendo per concretare la simultaneità temporale di un prima e di un dopo. L’atto dello svelamento, suggerito dall’azione idealizzata ed energica della lacerazione, sottolinea la rimarchevole importanza di ciò che era stato, o sarebbe stato, nascosto o sopito. Una funzione extrapittorica l’assumono anche le farfalle – ricorrenti nei lavori di Cisternino - che vanno a poggiarsi sulla tela come se da questo mondo divenissero intruse del mondo della rappresentazione pittorica. Stessa cosa accade quando i personaggi, giocando a tris o intenti a tracciare qualche segno, poggiano su un piano che altro non è se non quello che separa l’universo pittorico da quello reale.

a cura di Marina Ciangoli
 
“Rappresentare il mondo degli adolescenti mi fa star bene, forse perchè così rivivo l'adolescenza che non ho avuto, un periodo importante nella sana crescita di una persona e che purtroppo da adulti si dimentica”
 
[Franco Cisternino]
 
 
RiduciPer contattarlo
     
 
RiduciIl suo sito personale
     
 
Dichiarazione per la Privacy Condizioni d'Uso Convenzioni HOME PAGE Galleria d'Arte MEGA ART CHI SIAMO - WHO WE ARE PICCOLO FORMATO SMALL SIZE VIDEO E CATALOGHI
Copyright (c) 2000-2006