GABRIELE PERISSINOTTO      - Italia

                                                                         
 


CONTATTOperissinottogabriele@libero.it




La sua Biografia 

Gabriele Perissinotto nasce nel 1965 a San Donà di Piave, in provincia di Venezia, dove vive e lavora.
E’ proprio la vicinanza a Venezia, le frequenti visite ai musei e alle numerose chiese della città lagunare, che lo stimolano fin da ragazzo alla vicinanza con l’arte, in modo particolare con la pittura.

Letteralmente colpito dalla “Tempesta” del Giorgione e dai teleri del Carpaccio la pittura di Perissinotto inizialmente è figurativa, ben presto però la figura comincerà a dissolversi per lasciare spazio solo a colore e segno.

In occasione della prima personale a San Donà nel 2007 dal titolo”Paesaggi della memoria” Gianni Boato scrive "Guardando alcuni dei suoi quadri, si ha l'impressione di vedere apparire dal nulla le diverse forme naturali ed artistiche, che mai si fermano in una certezza definitiva in una consistenza invulnerabile, ma vibrando combattono il nulla che le avvolge, spesso paiono sul punto di svanire, hanno la malinconia di un saluto sulla banchina del tempo, nel tentativo di mantenere ancora tra noi, ancora per poco, ciò che è destinato ad andarsene."

Per la presentazione di una collettiva d’arte contemporanea a Genova Emanuela Dho dice ” abbandonati i limiti della forma, le opere di Gabriele Perissinotto delineano una verità intima e autentica, una realtà a misura dell’Io che, finalmente affrancato dalle catene del presente, trova la propria dimensione nell’inconsistenza dell’essere”.

Negli ultimi anni, Gabriele ha riscoperto una giovanile passione, la fotografia.

Infatti, molti suoi lavori recenti, sono fotografie digitali elaborate in vari modi e stampate su materiali diversi.

Nel 2012 in occasione di una personale a San Donà di Piave Gianni Boato, rispondeva così ad un ospite   che chiedeva dove collocare l’arte di Perissinotto “Dove collochiamo l’arte di Gabriele Perissinotto?

Gabriele non è informale ma potrebbe essere informale, non è artista astratto ma potrebbe esserlo, è tendenzialmente figurativo anche se non è propriamente figurativo. Gabriele è come un rabdomante.

I rabdomanti, con una forcella di legno, sentono l’acqua a molti metri di profondità, Gabriele con le sue antenne sente vibrazioni, segnali, dalla natura, dalla vita e questi segnali poi li traduce in immagini che vengono create in modi diversi a seconda del significato che sente di dovergli attribuire.”

 Il suo Curriculum

- 24 febbraio 10 marzo 2007
  mostra personale "paesaggi della memoria"
  Galleria d'arte Boato
  San Donà di Piave (VE).


- 7 settembre 31 ottobre 2007
  concorso internazionale "Arte Laguna"
  mostra itinerante nel centro storico di Treviso.


- 15 settembre 2007- 6 gennaio 2008
  concorso di pittura "Comunicultura"
  mostra itinerante presso i comuni:
  Cavallino-Treporti, Casale sul Sile, Marcon, Martellago, Mogliano Veneto, Quarto d’Altino.


- 1 / 15 marzo 2008
  concorso internazionale di pittura "La Pergola Arte, piccolo formato"
  opera selezionata con diploma di merito, Galleria La Pergola Arte
  Firenze.


- 16- 30 luglio 2008
  esposizione d'arte contemporanea "Modularte: libero spazio in libera mente"