GIAMPIERO MICHELANI 


- Italia


                            CONTATTI: giampieromichelani@gmail.com




Sulla sua Arte 

Giampiero Michelani, nasce a Gorizia nel 1969.

Consegue il diploma di maturità d’Arte Applicata presso l’Istituto Statale d’Arte di Gorizia. Ha tenuto alcune mostre personale e collettive e ha partecipato alla prima Biennale internazionale d’Arte di Palermo e alla seconda edizione Biennale d’Arte Contemporanea Brescia 2013. Alcune sue opere sono state pubblicate sulla rivista “Effetto Arte”. La sua attività artistica è rivolta alla ricerca espressiva del colore, dove i lavori si distinguono per la pulizia del segno nella ricercata cura del dettaglio e per l’idea del movimento reso con accesi contrasti cromatici.

Recensione

Osservando le luminose opere di Giampiero Michelani si intuisce già dal primo impatto di essere alla presenza di un’artista che lavora con passione mediante un figurativo ancorato fortemente a una affascinante visione del reale. Un’astrazione del vissuto e trasfigurato con una vibrante ricchezza cromatica in cui la luce assume il ruolo di assoluta protagonista.

Il suo racconto pittorico così, diviene espressione essenzialmente concreta per l’interpretazione del reale esistente, ma tradotto con un linguaggio intensamente emotivo dando forma anche alle sensazioni che il suo stato d’animo percepisce durante la contemplazione di un fiore come in “Geranio imperiale” o di un angolo pittoresco immortalato in “Paesaggio carsico”. Entrambi godono di quel singolare pathos che cattura la fruizione di chi li ammira. E’ nella ricerca di restituzione dell’elemento naturale, corrispondente ai colori reali, colti dall’attento occhio dell’artista, che appare la traduzione emozionale, filtrata dalla sensibilità di un animo pronto a fruire il bello del creato per imprimere l’intimo sentire delle sue emozioni.

Giampiero Michelani, anche se per la sua creatività attinge dal vero , tende a uscire dai confini dell’artisticità tradizionale per un ritorno a un’arte sincera, la cui resa tonale conduce alla poetica ispirazione della Natura. Il colore nelle sue tele, giocano sull’accensione timbrica, diventa parte integrale di un lirico realismo del tutto innovativo, stimolando il sentimento umano e agendo sulla psiche del fruitore per il messaggio delle motivazioni interiori che ne porta.

Nell’olio dal titolo “Lungo il fiume”, trapela la raggiunta maturità espressiva di un’artista sempre alla continua ricerca della tecnica, la cui creatività trova nel luogo a lui caro, la linfa ispiratrice del suggestivo paesaggio.

Un’aulica interpretazione pittorica che ha il merito di porre in risalto il valore estetico oltre il contesto della tematica.